La neve a novembre

A ciglia serrate

con gli occhi incollati

ho visto nuvole

di cotone e letti

di borotalco luccicanti

tra ramificazioni di zucchero

filato e petali di rosa

blu cobalto

Calatomi in viso

il cappuccio

del cappotto

grigio

che mi sono cucita

addosso

ho immaginato

corpi rosei e nudi

aggrovigliati

all’albero più voluttuoso

che conosci

Scorgo una vasca

in legna di castagno

ricolma d’olio profumato

e dita di piedi

che indulgenti respirano

assieme a bocche e labbra

madide di stucchevoli dolcezze

La eco di risa

e lingue sciorinate

e poi i gemiti

accondiscendenti

un bel tepore

eppure calmo

nel corpo

stanco

Mi fondo e confondo

al legno del tavolo

e scivolo giù

lungo un tunnel

bianco

attorniato da candele

che si sciolgono

lente

come cioccolata fondente

Sogno che nevica

eppure è solo novembre

Ph: Valeria Pierini

Annunci

Un pensiero su “La neve a novembre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...